Confronta gli annunci

Coronavirus e Fase 2: novità (anche) per le agenzie immobiliari!

Coronavirus e Fase 2: novità (anche) per le agenzie immobiliari!

Il 4 Maggio è ufficialmente scattata la Fase 2 per la gestione dell’emergenza Coronavirus: scopriamo quali sono le novità per le agenzie immobiliari e per chi vuole vendere o comprare casa! 

La Fase 2 è ormai iniziata. In ottemperanza alle disposizioni di legge del Governo e nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza per limitare la diffusione del Coronavirus, il 4 maggio molte attività produttive hanno riaperti i battenti. Ristoranti, pizzerie e bar possono effettuare consegne a domicilio e servizio d’asporto mentre gli studi professionali possono tornare al lavoro con mascherine, gel igienizzanti e distanziamento sociale. E le agenzie immobiliari? Dopo una fase iniziale di incertezza, il Governo ha fatto chiarezza anche in questo settore. Gli agenti immobiliari possono tornare al lavoro e devono rispettare le stesse misure di distanziamento sociale valide per gli altri settori produttivi e commerciali. Un punto critico riguarda le visite previste nelle case in vendita e in affitto, che, secondo le FAQ del governo, dovrebbero avvenire solo in case disabitate.

Fase 2: le novità per le agenzie immobiliari

Nelle “Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo” per la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus c’è un punto che riguarda proprio le agenzia immobiliari e le visite agli immobili. Sul sito ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri si legge infatti:

Posto che il DPCM 26 aprile 2020 considera le attività immobiliari, tra cui quelle di mediazione immobiliare, non rientranti tra quelle sospese, costituisce una ragione legittima di spostamento il recarsi presso un’agenzia immobiliare o effettuare un sopralluogo presso un immobile da acquistare o da locare?

Sì. Tuttavia le visite degli agenti immobiliari con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare potranno avere luogo solo quando queste siano disabitate.

La soluzione adottata dal Governo ha suscitato malumori tra gli agenti immobiliari. La Consulta immobiliare, un organo che riunisce le associazioni più rappresentative del comparto, ha infatti chiesto al premier Conte un intervento celere e deciso per modificare quanto previsto dalla FAQ. In pratica,  gli agenti hanno chiesto di “restringere” le limitazioni solo ai casi in cui “il professionista non dichiari al cliente di agire nel rispetto delle norme di sicurezza”. Questo permetterebbe evitare che ci siano perdite del 70-8% per le agenzie immobiliari e ridurrebbe anche il rischio di disservizi per i clienti.

A Salerno, Casafelix si occupa di servizi di locazione, vendita o acquisto. Se un cliente vuole locare un suo bene, verifichiamo con attenzione il valore di quest’ultimo, ricerchiamo un potenziale conduttore, lo invitiamo a formulare un’offerta di locazione vincolata con tutte le garanzie di pagamento richieste dal caso, così da tutelare a 360° il locatore. Inoltre qualora la proposta di locazione fosse accettata, guidiamo le parti per illustrare e stipulare un contratto di locazione.

img

admin

Post correlati

Decreto Rilancio, Superbonus al 110%: chi può beneficiarne e come usufruirne

Il Decreto Rilancio ha introdotto un Superbonus al 110% per i lavori di ristrutturazione per...

Continua a leggere
di admin

Lockdown: gli effetti sul mercato immobiliare

Le attività economiche sono ripartite dopo l'emergenza Coronavirus ma il lockdown ha avuto effetti...

Continua a leggere
di admin

Coronavirus: Do It Yourself – idee e spunti per il “fai da te”

La quarantena durerà ancora per un po’. Inutile dire che un po’ ce lo aspettavamo, ma a questo...

Continua a leggere
di admin

Partecipa alla discussione

Hai bisogno di aiuto?