Confronta gli annunci

Ecco come organizzare al meglio un trasloco

Ecco come organizzare al meglio un trasloco

Hai finalmente trovato l’appartamento dei tuoi sogni? Ecco che la mente comincia ad affollarsi di pensieri, primo fra tutti, il tanto temuto trasloco.

Ebbene si, se non organizzato bene, questo può diventare un vero e proprio incubo. Il trasloco è un momento di grande stress per questo capire in anticipo come organizzarsi può evitare crisi e ritardi, soprattutto perchè nel mentre c’è la quotidianità non trascurabile, quindi gli impegni di lavoro e della famiglia.

Evitate di domandarvi : “Da dove parto?” Cosa impacchetto per primo? Inizio già da subito?, ma prendete carta e penna (per i tradizionalisti), oppure il vostro smartphone e aprite un app di note, perchè in questo articolo vi indicheremo in ordine i passi giusti da compiere per organizzare il vostro trasloco senza eccessivi traumi o drammi.

1° Step

La prima cosa che dovete considerare è la differenza fra la casa abitata attualmente e quella che andrete ad abitare, infatti se la nuova casa è più grande, non ci saranno grossi problemi, ma se è più piccola, bisogna valutare l’ingombro dei mobili in vostro possesso e la possibilità di fare una scelta su cosa tenere e cosa dare via o vendere.

Chiedete la planimetria al vostro agente immobiliare, così da poter fare qualche prova su carta ed immaginare la disposizione dei vostri mobili.

2° Step

Il discorso può cambiare nel momento in cui, nella nuova casa non dovete portare nulla se non i vostri oggetti, magari lasciate una casa che era già ammobiliata e quindi di vostro c’è poco. In questo caso valutare se scegliere di contattare un padroncino o una vera e propria ditta dei traslochi.

3° Step

Altra opzione da valutare è quella della distanza. Se state traslocando da una città ad un’altra più lontana o addirittura dall’Italia, le cose sono diverse ed è importante stabilire con precisione la data del trasloco e muoversi con grande anticipo per ottenere preventivi dalle ditte di trasloco ed eventualmente valutare se limitarsi a noleggiare un camion e fare tutto con la propria famiglia o con l’aiuto di qualche amico.

Accessori

Fatte le dovute premesse, vediamo tutto l’occorrente da avere per iniziare ad impacchettare:

  • scatole e scatoloni di cartone (anche quelli fuori al supermercato andranno bene)
  • pennarelli indelebili (per segnare il contenuto di ogni scatola)
  • scotch da pacchi (a fiumi, perchè ne servirà davvero tanto per chiudere i pacchi)
  • carta di giornale (per avvolgere gli oggetti delicati)
  • carta pluriball ( per avvolgere gli elettrodomestici se sprovvisti di loro imballo originale)
  • buste trasparenti per i vestiti (per preservare i propri indumenti)
  • sacchi per l’immondizia (immancabili, ci saranno cose che non volete portare con voi, questo è il momento di fare una bella pulizia di cimeli)

L’inizio

Se da un lato non vedete l’ora di vivere la nuova casa dall’altro avete il mal di testa solo con nell’aprire la vostra credenza.

Se ne avete la possibilità, iniziate a inscatolare le vostre cose con almeno 3 settimane di anticipo o anche  un mese, inoltre può essere l’occasione giusta per ritrovare cose che credevate ormai perse. Non perdetevi nei ricordi però…

Iniziate ad impacchettare le cose che utilizzate meno come i corredi o alcuni servizi di piatti.

Man mano che impacchettate, scrivete anche in quale stanza della nuova casa andrà la scatola, così la ditta che scaricherà la scaricherà saprà già dove posizionarla. Se all’interno della scatola ci sono cose fragili, scrivete su ogni lato e in alto “FRAGILE”, a caratteri cubitali: meglio non rischiare!

L’ora x

Il giorno del trasloco è vicino e ormai siete invasi da scatole, forse vi prende anche un pò di nostalgia soprattutto se lasciate una casa dopo tanto tempo. Con forza e coraggio però, dovete pensare anche a cosa fare una volta terminato il trasloco nell’altra casa. Tutte le cose verranno sistemate dopo un pò di tempo, ma altre dovranno essere utilizzate subito,  quindi lasciate per ultime le scatola dove inserirete ad esempio le pentole, gli utensili da cucina o le lenzuola. All’arrivo nell’altra casa potrete prenderle più facilmente.

La mattina del trasloco, fate colazione al bar, indossate qualcosa di comodo e preparatevi ad accogliere gli addetti al trasloco conduceteli subito al mobilio ingombrante come la rete del letto, l’alrmadio, le credenze, etc…

Una volta terminato con tutto il mobilio, iniziate a proporgli tutto il resto con l’ordine che avete definito in precedenza.

Date un ultimo sguardo alla casa e fate partire il camion! Non vi resta che seguirlo.

 

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a curiosare sul nostro blog

Se vuoi vendere o acquistare casa contattaci

img

admin

Post correlati

Ecco come arredare la tua casa in autunno

Se hai appena acquistato casa o hai da poco ristrutturato,  il prossimo step è arredare...

Continua a leggere
di admin

Partecipa alla discussione

Hai bisogno di aiuto?